I più letti

Alti livelli di colesterolo da giovani? Causano problemi cardiovascolari nella terza età

Avere il colesterolo alto quando si è adolescenti o giovani ventenni aumenta il rischio di subire infarto, ictus, eventi cardiovascolari con l’avanzare degli anni, in particolare durante la mezza età. Il rischio persiste anche in chi è riuscito ad abbassare il livello di colesterolo prima di raggiungere i trent’anni.

PP-GEP-ITA-3555

Coronavirus: stanchezza o ansia, studio fotografa i sintomi dopo 6 mesi

Da uno studio pubblicato su The Lancet più di tre quarti delle persone ricoverate per aver contratto il Covid-19 continua a lamentare, passati sei mesi, almeno un sintomo collegato alla malattia.
I sintomi denunciati dai pazienti (età media 57 anni) sono stanchezza e debolezza muscolare, ma anche disturbi del sonno, ansia o depressione.

PP-GEP-ITA-3556

Malati reumatici, durante il Covid solo il 70% ha mantenuto la terapia

Il 69% dei pazienti reumatologici ha mantenuto la terapia costante nel periodo febbraio-giugno 2020. È quanto emerge dallo studio “Indagine sulla gestione delle malattie reumatologiche in epoca Covid-19” promossa dall’ Associazione nazionale malati reumatici onlus e dell’Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità.

PP-GEP-ITA-3357

Emicrania, la mindfulness riduce stress e dolore per 6 milioni di pazienti

La riduzione dello stress attraverso lo yoga e le tecniche basate sulla consapevolezza può migliorare, nei pazienti con emicrania cronica, la disabilità, il dolore lancinante e la depressione. È quanto emerge da uno studio pubblicato da JAMA Internal Medicine. La ricerca è stata coordinata da Rebecca Erwin Wells, professore associato di neurologia alla Wake Forset School of Medicine di Winston-Salem (USA). 

PP-GEP-ITA-3358

Psichiatria: Pompili, '4000 suicidi l'anno, difficile valutare impatto Covid'

Un recente studio ha evidenziato un preoccupante aumento dei suicidi in Giappone. Ma se è prematuro pensare di avere un quadro del fenomeno in Italia, possiamo dire che questo è il momento giusto per la prevenzione: dobbiamo giocare d'anticipo e muoverci adesso, per prevenire suicidi e tentativi di suicidio"

PP-GEP-ITA-3559

Ricerca: studio svela base comune per malattie neurodegenerative

Uno studio internazionale pubblicato su 'Neuron', al quale hanno partecipato l'IRCCS Istituto Auxologico italiano-università Statale di Milano e il Centro 'Dino Ferrari' del Policlinico di Milano-UniMi svela che c'è un 'filo rosso', un comune denominatore, fra malattie degenerative del sistema nervoso centrale apparentemente diverse.

PP-GEP-ITA-3560

Cardiologia

Medicina: cardiologo Rebuzzi, 'diagnosi cuore con un 'selfie', ora si può'

"In uno degli ultimi numeri dell''European Heart Journal', un gruppo di studiosi con a capo Shen Lin del Fuwai Hospital National Center for Cardiovascular Diseases dell'Accademia delle Scienze della Cina, ha pubblicato una interessante quanto avveniristica ricerca sulla possibilità di poter diagnosticare una malattia coronarica da una foto del viso analizzata con l'aiuto dell'intelligenza artificiale attraverso lo sviluppo di un apposito algoritmo

PP-GEP-ITA-3715

Salute: Rebuzzi (Cattolica), 'contro ipertensione pillola ad un'ora precisa’

I pazienti che prendevano la terapia prima di coricarsi hanno registrato un numero di accidenti cardiovascolari decisamente inferiore a quello di chi prendeva i farmaci la mattina. A sei anni di distanza si è avuta, infatti, nei primi una riduzione del 45% nella totalità degli eventi (cioè mortalità, infarto miocardico, rivascolarizzazione coronarica, scompenso cardiaco e ictus) rispetto a quelli individuati in chi prendeva le medicine la mattina

PP-GEP-ITA-3716

Alti livelli di colesterolo da giovani? Causano problemi cardiovascolari nella terza età

Avere il colesterolo alto quando si è adolescenti o giovani ventenni aumenta il rischio di subire infarto, ictus, eventi cardiovascolari con l’avanzare degli anni, in particolare durante la mezza età. Il rischio persiste anche in chi è riuscito ad abbassare il livello di colesterolo prima di raggiungere i trent’anni.

PP-GEP-ITA-3555

Psichiatria

Provare compassione o riceverne, cosa temono di più ansiosi e depressi

La paura della compassione al centro di uno studio dei ricercatori dell’Università di Waterloo (Ontario).

Ricevere compassione dagli altri, esprimere compassione verso il prossimo e l’essere compassionevoli con sé stessi.  Sono paure che avrebbero effetti negativi importanti su chi ogni giorno è costretto a fare i conti con forme di psicopatologia, tensioni e fobie.

PP-GEP-ITA-3561

Psichiatria: Pompili, '4000 suicidi l'anno, difficile valutare impatto Covid'

Un recente studio ha evidenziato un preoccupante aumento dei suicidi in Giappone. Ma se è prematuro pensare di avere un quadro del fenomeno in Italia, possiamo dire che questo è il momento giusto per la prevenzione: dobbiamo giocare d'anticipo e muoverci adesso, per prevenire suicidi e tentativi di suicidio"

PP-GEP-ITA-3559

Coronavirus: stanchezza o ansia, studio fotografa i sintomi dopo 6 mesi

Da uno studio pubblicato su The Lancet più di tre quarti delle persone ricoverate per aver contratto il Covid-19 continua a lamentare, passati sei mesi, almeno un sintomo collegato alla malattia.
I sintomi denunciati dai pazienti (età media 57 anni) sono stanchezza e debolezza muscolare, ma anche disturbi del sonno, ansia o depressione.

PP-GEP-ITA-3556

Neurologia

Ricerca: studio svela base comune per malattie neurodegenerative

Uno studio internazionale pubblicato su 'Neuron', al quale hanno partecipato l'IRCCS Istituto Auxologico italiano-università Statale di Milano e il Centro 'Dino Ferrari' del Policlinico di Milano-UniMi svela che c'è un 'filo rosso', un comune denominatore, fra malattie degenerative del sistema nervoso centrale apparentemente diverse.

PP-GEP-ITA-3560

Dolore

Emicrania, la mindfulness riduce stress e dolore per 6 milioni di pazienti

La riduzione dello stress attraverso lo yoga e le tecniche basate sulla consapevolezza può migliorare, nei pazienti con emicrania cronica, la disabilità, il dolore lancinante e la depressione. È quanto emerge da uno studio pubblicato da JAMA Internal Medicine. La ricerca è stata coordinata da Rebecca Erwin Wells, professore associato di neurologia alla Wake Forset School of Medicine di Winston-Salem (USA). 

PP-GEP-ITA-3358

Malati reumatici, durante il Covid solo il 70% ha mantenuto la terapia

Il 69% dei pazienti reumatologici ha mantenuto la terapia costante nel periodo febbraio-giugno 2020. È quanto emerge dallo studio “Indagine sulla gestione delle malattie reumatologiche in epoca Covid-19” promossa dall’ Associazione nazionale malati reumatici onlus e dell’Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità.

PP-GEP-ITA-3357