I più letti

attacchi di panico cosa fare

5 buone abitudini per contrastare gli attacchi di panico

Gli attacchi di panico possono colpire chiunque e generano una sensazione di paura molto intensa associata al timore di star per morire. La loro durata è breve e le loro cause scatenanti spesso sconosciute.

PP-GEP-ITA-2828

Attacchi di panico cura definitiva

Attacchi di panico: esiste una cura definitiva

Per curare gli attacchi di panico si può ricorrere a terapie farmacologiche, sedute di psicoterapia cognitivo-comportamentale o entrambe le soluzioni in base alla gravità del disturbo. Le percentuali di risposta positiva sono molto alte.

PP-GEP-ITA-2829

Valutazione della displasia nei pazienti con IBD: tre tecniche a confronto

Nell'ambito dei trials clinici randomizzati, cromoendoscopia ed endoscopia a luce bianca standard o ad alta definizione sarebbero equivalenti, mentre la prima tecnica potrebbe essere più efficace al di fuori delle sperimentazioni.

 

 

PP-GIP-ITA-0930

prevenzione attacchi di panico

Imparare a gestire gli attacchi di panico

Gli attacchi di panico sono inaspettati e possono colpire chiunque. Sia prima che dopo l’evento è bene lavorare su se stessi per imparare a gestirli attraverso la respirazione e il rilassamento dei muscoli del corpo.

PP-GEP-ITA-2830

IBD e depressione: approvato trial clinico per studiare terapia cognitiva basata sulla mindfulness

Testare la mindfulness-based cognitive therapy (MBCT) nel trattamento delle malattie infiammatorie intestinali (IBD – inflammatory bowel disease) e della depressione a queste associata. È questo lo scopo di una sperimentazione clinica recentemente approvata, che conta di arruolare pazienti adolescenti e giovani adulti, tendenzialmente più interessati da depressione correlata a malattia infiammatoria intestinale.

PP-GIP-ITA-0931

Linee guida ESC Parigi

Malattie cardiovascolari. Fondamentale abbattere i livelli di colesterolo LDL

Le nuove Linee guida 2019 sulle dislipidemie, presentate dalla European Society of Cardiology (Esc) e dalla European Atherosclerosis Society (Eas) durante il Congresso ESC a Parigi, sono una conferma di quanto evidenziato dagli ultimi studi scientifici: i lipidi e il colesterolo LDL, in particolare le lipoproteine e più in generale le diverse componenti del profilo lipidico,  non sono semplicemente un fattore di rischio, cioè un elemento che aumenta la probabilità di una malattia, ma un agente diretto nello sviluppo, nella progressione della malattia cardiovascolare.

PP-GEP-ITA-2746

Cardiologia

Mangiare sano ipertensione

[VIDEO] Mangiare sano e mantenersi attivi per trattare l'ipertensione arteriosa

Prevenire l’ipertensione arteriosa è possibile, seguendo corretti stili di vita. Ecco 10 utili consigli per mantenere la pressione arteriosa a livelli ottimali. 

PP-GEP-ITA-2880

prevenire ipertensione

Prevenire l'ipertensione arteriosa: quando e come

I 9 consigli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per prevenire e combattere l’ipertensione arteriosa.

PP-GEP-ITA-2820

 

aderenza terapia ipertensione

Ipertensione arteriosa: perché è fondamentale aderire alla terapia

L’ipertensione arteriosa è una condizione che, pur non manifestando sintomi, può causare patologie più gravi o complicanze. Per questo è importante non sottovalutarla e aderire correttamente alla terapia prescritta dal medico.

PP-GEP-ITA-2821

Mangiare sano ipertensione

Mangiare sano e mantenersi attivi per trattare l'ipertensione arteriosa

Prevenire l’ipertensione arteriosa è possibile, seguendo corretti stili di vita. Ecco 10 utili consigli per mantenere la pressione arteriosa a livelli ottimali. 

PP-GEP-ITA-2819

Cos'è l'ipertensione

Sono iperteso? Cos'è la pressione arteriosa alta e come riconoscerla

Sono circa 15 milioni gli italiani che soffrono di ipertensione arteriosa, un nemico silenzioso che è bene conoscere e non sottovalutare.

PP-GEP-ITA-2818

Linee guida ESC Parigi

Malattie cardiovascolari. Fondamentale abbattere i livelli di colesterolo LDL

Le nuove Linee guida 2019 sulle dislipidemie, presentate dalla European Society of Cardiology (Esc) e dalla European Atherosclerosis Society (Eas) durante il Congresso ESC a Parigi, sono una conferma di quanto evidenziato dagli ultimi studi scientifici: i lipidi e il colesterolo LDL, in particolare le lipoproteine e più in generale le diverse componenti del profilo lipidico,  non sono semplicemente un fattore di rischio, cioè un elemento che aumenta la probabilità di una malattia, ma un agente diretto nello sviluppo, nella progressione della malattia cardiovascolare.

PP-GEP-ITA-2746

Dolore

dolore neuropatico prevenzione

[VIDEO] Le tecniche di prevenzione del dolore neuropatico

Non solo farmaci per il trattamento del dolore neuropatico: conoscere gli approcci non farmacologici può aiutare a prevenirne la cronicizzazione e l’aumento di intensità.

PP-GEP-ITA-2825

nevralgia del trigemino

Nevralgia del trigemino: cos'è e come curarla

La nevralgia del trigemino è un disturbo che può diventare invalidante andando ad intaccare anche pesantemente la qualità della vita della persona che ne soffre. Nei casi più gravi, chi ne soffre può andare incontro a depressione, non riuscendo a gestirlo.

PP-GEP-ITA-2832

dolore neuropatico aderenza terapia

Dolore neuropatico: aderire alle terapie per spegnerlo

Per fermare il dolore neuropatico occorre curare la malattia che lo causa anche se la sua intensità può non essere correlata alla gravità della condizione di base. Aderire alle terapie allevia i sintomi e riduce gli effetti collaterali.

PP-GEP-ITA-2823

Dolore neuropatico

Nemico della quotidianità, conosciamo il dolore neuropatico

Il dolore neuropatico è provocato da un danno o da una malattia del sistema nervoso. Può essere centrale o periferico e la sua diagnosi non è facile, in quanto implica accertare sia la natura del dolore sia la causa scatenante.

PP-GEP-ITA-2822

Psichiatria

attacchi di panico cosa fare

5 buone abitudini per contrastare gli attacchi di panico

Gli attacchi di panico possono colpire chiunque e generano una sensazione di paura molto intensa associata al timore di star per morire. La loro durata è breve e le loro cause scatenanti spesso sconosciute.

PP-GEP-ITA-2828

attacchi di panico cosa fare

[VIDEO] Attacchi di panico: cosa sono e come si manifestano

Gli attacchi di panico possono colpire chiunque e generano una sensazione di paura molto intensa associata al timore di star per morire. La loro durata è breve e le loro cause scatenanti spesso sconosciute.

PP-GEP-ITA-2827

prevenzione attacchi di panico

Imparare a gestire gli attacchi di panico

Gli attacchi di panico sono inaspettati e possono colpire chiunque. Sia prima che dopo l’evento è bene lavorare su se stessi per imparare a gestirli attraverso la respirazione e il rilassamento dei muscoli del corpo.

PP-GEP-ITA-2830

Attacchi di panico cura definitiva

Attacchi di panico: esiste una cura definitiva

Per curare gli attacchi di panico si può ricorrere a terapie farmacologiche, sedute di psicoterapia cognitivo-comportamentale o entrambe le soluzioni in base alla gravità del disturbo. Le percentuali di risposta positiva sono molto alte.

PP-GEP-ITA-2829

Neurologia

insonnia e ictus

Lo studio: per chi soffre d'insonnia più rischi di infarto e ictus

Da uno studio cinese risulta che le persone che soffrono di insonnia sembrano correre più rischi di ictus, infarto o altre malattie cerebro o cardiovascolari. Le persone che hanno difficoltà a dormire, infatti, hanno il 18% di probabilità in più di sviluppare queste patologie rispetto ai coetanei senza problemi di sonno. I ricercatori hanno anche adeguato i risultati tenendo conto degli altri fattori che potevano influenzare il rischio di ictus o malattie cardiache, tra cui il consumo di alcol, il fumo e il livello di attività fisica.

PP-GEP-ITA-2786

Gastroenterologia

Valutazione della displasia nei pazienti con IBD: tre tecniche a confronto

Nell'ambito dei trials clinici randomizzati, cromoendoscopia ed endoscopia a luce bianca standard o ad alta definizione sarebbero equivalenti, mentre la prima tecnica potrebbe essere più efficace al di fuori delle sperimentazioni.

 

 

PP-GIP-ITA-0930

Malattia di Crohn: qualità di vita migliora con la dieta mediterranea

I pazienti che si attengono a questo regime alimentare avrebbero una maggiore probabilità di essere in una fase remissiva della malattia. L'aderenza alla dieta mediterranea sarebbe associata a un miglioramento della qualità di vita nei pazienti affetti da malattia di Crohn. È quanto avrebbe evidenziato uno studio coordinato da Efstathia Papada, della Harokopio University di Atene, in Grecia. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sull'European Journal of Nutrition.

PP-GIP-ITA-0932

IBD e depressione: approvato trial clinico per studiare terapia cognitiva basata sulla mindfulness

Testare la mindfulness-based cognitive therapy (MBCT) nel trattamento delle malattie infiammatorie intestinali (IBD – inflammatory bowel disease) e della depressione a queste associata. È questo lo scopo di una sperimentazione clinica recentemente approvata, che conta di arruolare pazienti adolescenti e giovani adulti, tendenzialmente più interessati da depressione correlata a malattia infiammatoria intestinale.

PP-GIP-ITA-0931